Carrefour, blogosfera e passaparola

Per prima cosa massima solidarietà a Barbara ed a suo filglio per quanto successo e completo sdegno per chi si è comportato in maniera totalmente incivile.

Mi aspetto che Carrefour prenda le distanze dal comportamento avuto da alcuni sui dipendenti/collaboratori.

Detto questo trovo un po’ stucchevole il puntare il dito delle blogosfera quasi esclusivamente contro la catena di supermarket, che ha certamente delle responsabilità oggettive, ma la vera colpa, a mio modo di vedere, è nell’inciviltà delle singole persone. Trovo quindi esagerato stare a dire che “non metterò più piede in quel supermercato” … quando, purtroppo, potrei trovare persone incivile anche nella bottega sotto casa …

2 Comments

  • Monday, September 15, 2008 - 10:48 pm | Permalink

    D’accordo. Pero’ se poi l’indignazione rimane teorica cambia qualcosa? Io lo trovo un modo per dire “cerco di dare concretezza”, “faccio qualcosa”. Meglio che niente. D’altronde nella bottega sotto casa non ci vado proprio piu’, e mi farebbe molto comodo di tanto in tanto…

    Ciao, f.

  • Tuesday, September 16, 2008 - 11:36 am | Permalink

    Diciamo che il principale motivo per cui mi sono rifiutato di partecipare al passaparola è proprio questo. Se non altro aspettiamo di vedere come reagisce l’azienda. Per quanto riguarda il fatto in se, c’è stata (stando al racconto) una discriminazione bella e buona. Credo che debba intervenire la magistratura…

  • Comments are closed.